C01 - IL MAPPING OUT DELLE ESPOSIZIONI VALUTARIE

La ricerca di nuovi equilibri geopolitici ed il mercato globale portano le imprese a rivedere i propri modelli di business per creare o catturare valore attraverso le opportunità che ciascun mercato/area è in grado di esprimere. Queste scelte di “value chain management” espongono i cashflow aziendali alle variazioni dei rapporti di cambio.

La Business Analytics, grazie ad algoritmi di aggregazione, ad azioni semplici e rapide permette di analizzare i dati in maniera più rapida, intuitiva ed efficace in modo da evidenziare le esposizioni ed i processi che le legano tra loro per identificarne il rischio ed ottimizzarne la gestione.

E-project insieme alla attività consulenziale di Risk Analysis & Management propone una serie di soluzioni di Business Analytics che permettono di identificare “l’Exposure Risk” della propria azienda ed individuare le aree di miglioramento e le eventuali azioni correttive.

Exposure mapping e Business Analytics

  • Strumento di supporto alla gestione strategica ed operativa del rischio di cambio dell’impresa che permette di mappare in via continuativa le esposizioni valutarie, facilitandone la visione complessiva e la misurabilità per efficientarne al massimo la gestione.
  • La EMBA si pone l’obiettivo di rimediare ai limiti dei modelli di monitoraggio tradizionale dando sistematicità al monitoraggio delle esposizioni ed al rischio che esse sottintendono.

Fotografia dei Flussi in Valuta

  • Consente di mappare e visualizzare i flussi che caratterizzano il fenomeno valutario complessivo del gruppo;
  • Evidenzia sia a livello grafico che tabellare per ciascuna società del gruppo, la direzionalità ed i volumi economici annuali espressi nella loro divisa scambiati al livello intercompany e verso terzi;
  • Offre la dinamica dei flussi consentendo l’evidenziazione del quadro dei flussi di valuta di posizioni compensabili e di sbilanci da gestire.

Rilevazione della Posizione Netta

Per ciascuna società del gruppo si possono mappare per divisa sia in forma tabellare che grafica le esposizioni nette intercompany e verso terzi evidenziando dove il rischio si manifesta e la significatività del rischio.

Confronto ASIS e TOBE

Si possono fare confronti diretti tra le due origini (AS IS – TO BE). Attraverso il confronto è possibile evidenziare:

  • La nuova architettura delle esposizioni rispetto alla precedente;
  • Le esposizioni che possono essere trattate attraverso processi interni di natural hedge, quelle che necessitano di un progetto di copertura esterna e quelle che saranno esclusivamente oggetto di monitoraggio;
  • Il rischio di conversione a cui ciascuna l’azienda del gruppo è soggetta.

Il rischio di conversione a cui ciascuna l’azienda del gruppo è soggetta.

Integrazione con sistemi e personalizzazioni

Il modulo è facilmente integrabile con qualsiasi fonte di dati, tramite web-services, download di dati, connettori ad hoc. La periodicità di aggiornamento può essere concordata e può essere con frequenza oraria fino a frequenza mensile. Le dashboard possono essere personalizzate e create di nuove sulle esigenze specifiche del cliente.

 

.. Some risk are clearly visible. Other hide from sight....

Vi aspettiamo il 24/10/2019 all'evento "Mappatura delle esposizioni valutarie e gestione del rischio cambio" presso il castello di Lispida

Modulo “Contabilità e Finanza”

        • permette di gestire informazioni contabili (Contabilità generale), extracontabili (Volumi) e di contabilità analitica (Budget, Dati commerciali e di Produzione, etc.) anche provenienti da sistemi diversi;
        • permette di controllare le performance della propria azienda ed individuare le aree di miglioramento e le eventuali azioni correttive anche attraverso un set di indicatori di performance (KPI) che danno informazioni di sintesi riguardo ai diversi aspetti della gestione aziendale.

Modulo “Commerciale & Marketing”

        • fornisce una serie di informazioni per analizzare e monitorare l’andamento di vendite e margini in relazione ai prodotti, agenti, punto vendita, zone, clienti o per ulteriori categorie e raggruppamenti utili all’azienda.
        • permette di:
          • identificare i clienti, il loro cross selling, i prodotti proponibili;
          • scoprire dove si può migliorare il margine;
          • vedere quali agenti, zone, punti di vendita sono più performanti;
          • scoprire quale tipo di prodotto ed offerta si rivelano più efficaci per acquisire nuovi clienti;
          • identificare le variazioni rispetto al periodo precedente o al budget;
          • fare delle previsioni delle vendite sulla base di algoritmi matematici.

Modulo “Facility Management Analytics”

        •  è la risposta alla crescente esigenza di analizzare in modo sofisticato i “Big Data degli immobili”, per estrarre il valore nascosto delle informazioni cumulate nel corso della gestione pluriennale di un patrimonio immobiliare e infrastrutturale di dimensioni medio-grandi.
        • Ad esempio, i dati sui consumi energetici e sui ticket di manutenzione possono essere incrociati con le informazioni relative all’anno di costruzione, allo stato di conservazione, alle prestazioni dei fornitori dei servizi e a molti altri “aspetti chiave”.
        • Vengono così prodotti indicatori che facilitano l’individuazione di andamenti e fenomeni “non evidenti”, fornendo le basi per agevolare le scelte manageriali dei responsabili aziendali che si occupano della gestione del patrimonio.

Modulo “Impresa 4.0”

        • Le nuove tecnologie abilitano il monitoraggio e il controllo remoto degli oggetti fisici intelligenti. Gli apparati fisici rappresentano quindi delle fonti di informazioni che generano un enorme patrimonio di dati (“Big Data”) che se opportunamente elaborati rappresentano un enorme valore. I “Big Data” sono considerati il nuovo petrolio e per questo motivo non devono andare sprecati.
        • In particolare nell’ambito Impresa 4.0 con i dati si possono implementare soluzioni che permettono:
          • ottimizzazione delle linee di produzione;
          • riduzione dei fermi macchina;
          • analisi predittiva (manutenzioni etc.).

Modulo “Balanced Scorecard”

        • strumento di supporto nella gestione strategica dell’impresa che permette di tradurre la missione e la strategia dell’impresa in un insieme coerente di misure di performance, facilitandone la misurabilità.
        • La BSC si pone l’obiettivo di rimediare ai limiti dei modelli di monitoraggio tradizionale, così come di tradurre le strategie competitive in indicatori di performance (scorecard) assicurando l’equilibrio (balance) tra le prestazioni di breve termine, misurate attraverso parametri di natura finanziaria, e quei fattori non finanziari che dovrebbero condurre l’impresa a prestazioni competitive superiori e sostenibili nel tempo.

CONTATTACI